+63 (0) 32 402 01 07 mabuhay@kapwatravel.com

Isole Dinagat non è ancora noto alla maggior parte dei viaggiatori come una destinazione turistica. E i filippini che hanno sentito parlare, spesso associarlo con l’industria mineraria, nonché le storie di una setta religiosa misterioso e il suo leader fuggitivo. Ma c’è molto di più a questa provincia, i suoi momenti sbalorditive di bellezze naturali e le sue dolci, persone accoglienti. Abbiamo trascorso quasi 2 settimane esplorare le isole, scoprendo perché è, per la maggior parte, ‘non scoperto’.

Da Surigao City a San Jose

Un’ora più banka viaggio dalla città di Surigao vi porta a San José, capitale Isole Dinagat ‘e hub principale. Qui è dove troverete Bahay Turista, ufficio del turismo delle isole, gestito dal suo affascinante e accogliente sindaco, Danilo “Danny” Bulabos. La casa offre una sistemazione di base (500 pesos per camera), così come le informazioni su vari punti di interesse e come arrivarci dell’isola. Tenendo stato di mente di Dinagat come relativamente nuova destinazione per i viaggiatori, l’ufficio del turismo è un prezioso punto di partenza-off.

bangka from Surigao City to San Jose, Dinagat

The Love Boat si trasporta da Surigao a San Jose in un’ora per circa 100 pesos

Il sindaco Danny ci ha parlato della giovane storia delle isole Dinagat e ha delineato i luoghi più interessanti di San Jose. Abbiamo optato per lasciare un tour della capitale per la fine del nostro viaggio e invece in direzione sud a Cagdianao, a cavallo le nostre biciclette lungo le strade sconnesse e sopra i tipi di colline che mountain bike dilettano in. Dopo circa tre ore e 25 km di ciclismo pesante con due brevi soste per riempire le nostre bottiglie d’acqua, abbiamo finalmente raggiunto il Tagbirayan Beach Resort. Situato a Barangay San Jose, Cagdianao, abbiamo trovato il posto fino a notte fonda con l’aiuto di un locale ci guida sulla sua moto per la spiaggia di zucchero di canna nascosta./p>

cielo backpackers ‘: Cagdianao

Tagbirayan Beach, Cagdianao

Tagbirayan Beach, Cagdianao

Ci sono tre stazioni base lungo questa spiaggia e, giunto al buio, abbiamo scelto di rimanere nella prima (le tariffe sono 350 pesos per fan-camera e 600 pesos per l’aria condizionata-camera). Sporco, sudati e affamati dal nostro giro in bicicletta, abbiamo optato per la doccia (Filipino stile Tabo-Tabo), mangiare (un delizioso pasto semplice di pesce alla griglia e riso) e dormire nella nostra cabina accogliente ma pulito, lasciando l’esplorazione per la mattina seguente .

Alle prime luci siamo stati accolti dalla bella, tranquilla scena di una baia protetta. Alberi di cocco spuntano dalla sabbia marrone appoggiata nelle acque calme della baia.

Anche in una giornata nuvolosa, il paesaggio è la pena di prendere in

Una semplice colazione filippina di longanisa, uova, verdure, riso e, naturalmente, 3 in 1 caffè solubile.

Nel corso della giornata però, non si può fare a meno di essere un po ‘disturbati dal rumore occasionale di moto sulla strada proprio accanto a voi. E a meno che non si è ancora affascinati dai suoni del karaoke mentre ci si rilassa sulla spiaggia, si potrebbe voler evitare di venire durante il fine settimana. (Qualcosa da tenere a mente per quanto riguarda la maggior parte delle spiagge pubbliche nelle Filippine, in realtà).

Il comune di Cagdianao è lungo la regione meridionale e orientale delle isole Dinagat. La Barangay di San Jose (da non confondere con la capitale, dove abbiamo iniziato il nostro viaggio), dove Tagberayan Beach è un laid-back, piccola cittadina sul versante orientale delle isole Dinagat. Con malapena qualsiasi servizio internet e il più inaffidabile di connessioni telefoniche, non c’è da meravigliarsi che questo luogo remoto è ancora una destinazione segreta-ish, conosciuto solo il più intrepido di backpackers in cerca di allontanarsi del tutto.

acque tranquille e sabbia marrone zucchero

E ‘raggiungibile dal jeepney dalla capitale, ma probabilmente il modo migliore per arrivare a questa parte Cagdianao in questo momento è in moto, al fine di scoprire il luogo più indipendente possibile. Tenete a mente che le strade non costiere in tutto Isole Dinagat può essere difficile e, soprattutto durante la stagione delle piogge da novembre a giugno (diverso da altre aree nelle Filippine), potrebbe essere a volte difficile da usare le strade ancora incompiuta.

Dinagat

Dopo qualche tempo spiaggia tranquilla e snorkeling ok, abbiamo deciso di tornare al comune di San Jose, fermandosi per città Dinagat lungo la strada. Questa è la città più antica delle isole e apparentemente più povero rispetto agli altri. E ‘ovvio non molti viaggiatori venire attraverso qui come la nostra visita al negozio di sari-sari per il pranzo ha attirato un certo interesse da gente del posto. Siamo andati da soli al momento dell’arrivo al circondato dal tempo abbiamo lasciato.

sari-sari store, Dinagat town

città Dinagat. Non un ristorante in vista, ma questo sari-sari vende ‘hamburger’ o qualche versione di esso.

Rendendosi conto che la maggior parte di queste strade sono bicicletta-ostile, abbiamo deciso di cavalcare di nuovo a San Jose, la capitale, e lasciare il pedale-powereds lì per il resto della nostra avventura Isole Dinagat. Non abbiamo trovato agenzie ufficiali di noleggio moto in modo appena chiesto in giro e intavolato un accordo con uno dei locali. Suggerimento: portare una moto lungo la dalla terraferma se è possibile, o se si riesce a affittare uno sull’isola, assicurarsi che il suo grado di gestire colline e strade rocciose e fangose ​​.

Basilisa

Il giorno successivo, abbiamo preso spento e diretti a nord attraverso Basilisa e in Libjo. E ‘stato un viaggio lungo e faticoso, ma con molti luoghi incantevoli lungo la strada.

Basilisa è noto per Lalaking Bukid, la forma di uomo formazione terra incorporato nella leggenda di come Dinagat è nato. Anche di notevole interesse qui è Lago Bababu che non siamo riusciti ad andare a questa volta, ma non vediamo l’ora di vedere la prossima visita.

La strada centrale passa dall’essere nuovo in alcune parti del marchio per quasi inesistente in altri. La costruzione è evidente in tutto, e indovina da quando i circa 80 chilometri lungo l’autostrada nord a sud sarà completato variare a seconda di chi si chiede.

Libjo – Kisses Islets

Acque cristalline, spiagge nascoste e formazioni calcaree che ricordano El Nido.

La città di Libjo sé non è esattamente una destinazione turistica, più un punto di partenza per raggiungere le Baci Isolotti e le spiagge appartate che li circondano. Si tratta di un relativamente confortevole giro in barca pompa dal molo da parte del mercato pubblico, a seconda della stagione, e abbastanza facile da organizzare con uno qualsiasi dei pescatori locali. Dopo aver visitato durante la stagione Habagat, il nostro viaggio attraverso era abbastanza ondulato per mantenere la maggior parte delle altre piccole imbarcazioni a terra. Ma una volta crociera attraverso le acque che queste sbalorditive progetto formazioni calcaree da, era certamente la pena quello ora più viaggio.

Kisses Islets near Libjo

La Banka tesse attraverso le acque di colore aqua condito con graziosi isolotti…

… per arrivare al tuo pezzo di paradiso appartato.

Lo scenario qui si ricorda di El Nido e anche Koh Phi Phi, in Thailandia con una sola eccezione importante … si è quasi completamente da solo. Solo nel senso che non ci sono altri turisti in giro, solo il occasionali un uomo barca da pesca o custode solitario su una spiaggia privata. Si ha la sensazione che hai scoperto qualcosa di speciale.

Le acque turchesi poco profonde protette da questi piccoli isolotti splendidi sono calme e invitante. Si può a malapena l’ora di saltare giù dal banka e penetrare nel acquamarina accogliente. E forse, se questo fosse più sviluppata, come El Nido, kayak sarebbe il modo ideale per esplorare le isolette. Ma per ora, il nuoto facile (in alcuni punti) da una all’altra con maschera e boccaglio non è male.

Il comitato di accoglienza spiaggia. Chi non ama la vita questi ragazzi hanno?

Alloggi disponibili presso Libjo includono H2 Your Place Inn & Resto e Seaview Inn, entrambi situati sulla strada principale della città. E a parte la stalla barbecue dispari (che non sarà operativo se è piovuto), non c’è molta scelta per il cibo in Libjo. La gente del posto lo più mangiare a casa e il luogo non è ancora impostato per i turisti. Non lasciate che la parola “Resto” ingannare ad assumere che il cibo è servito a H2 Your Place; non è, o almeno non era nel momento in cui ci siamo stati. Per quanto riguarda l’alloggio, però, consigliamo questo corso Seaview. Non vi è alcun menu in Seaview Inn, ma i proprietari può preparare una, molto conditi, pasto grasso troppo caro, se ti piace. Altri luoghi di interesse Libjo includono la Quano Cave e Blue Lagoon.

Il giorno dopo, era di nuovo sulla moto e di nuovo in direzione nord. Abbiamo ripercorso attraverso Tubajon e dritto nella città di Loreto.

Loreto

Al suo arrivo nel comune più settentrionale Isole Dinagat ‘, si ottiene un senso che qui è una città più abituato a visitatori rispetto ad altre parti dell’isola. L’industria mineraria è molto evidente qui. Con la loro sede spesso a Manila e loro acquirenti provenienti dalla Cina e dal Giappone, ha senso che ci sia una infrastruttura impostato per ricevere i visitatori alla loro base di operazioni. Ha molte più opzioni di alloggio – un paio di pensioni e alberghi che ricevono gli ospiti con regolarità, così come tazze e piatti, un discreto ristorante che offre anche camere sopra di esso. Si tratta di un lungo viaggio faticoso per arrivare qui come le strade, come in altre parti dell’isola, sono in costruzione.

Bonsai Forest, Loreto

Bonsai Forest, Loreto, Dinagat Islands

domanda principale di Loreto alla fama dal punto di vista turistico è la foresta di bonsai, pensato per essere il più grande nelle Filippine. Tuttavia, un punto molto importante da notare prima di effettuare il trekking là fuori è che non è normalmente accessibile ai turisti. Il monte che la foresta si trova su è di proprietà di alcune aziende diverse estrazione attivamente cromite da esso di profondità. Come abbiamo imparato quando siamo arrivati, speciale permesso scritto deve essere richiesto e concesso attraverso la sede della società di estrazione mineraria a Manila, al fine di ottenere l’accesso; un processo che avrebbe portato giorni. Quindi le prossime ore consisteva di localizzare i funzionari comunali e negoziare una strada nella foresta in modo che il viaggio arduo a nord del Dinagat non sarebbe stato vano.

In serata, dopo le chiamate tra i funzionari ed i loro contatti all’interno della società, è stato concordato e organizzato che abbiamo ‘d essere prelevati e portati in foresta la mattina seguente. abbastanza e esattamente sicuri sul momento, il nostro carro è arrivato e ci hanno accompagnato dal Barangay stesso capitano, insieme a dipendenti della società attraverso operazioni di estrazione e sulla cima della montagna.

Per essere onesti, dopo tutti i problemi che ci voleva per arrivare qui, ero inizialmente un po ‘deluso. Per un novizio come me, mi sembrava un bel paesaggio ricoperto di arbusti alti fino al ginocchio. Non è stato solo dopo un esame più attento che questi “cespugli” si sono rivelati essere versioni in miniatura perfette degli stessi alberi pieno cresciuto avevamo visto a quote più basse. In quel momento ho pensato: “impressionante!”

La montagna è ricoperta di alberi bonsai, versioni in miniatura degli alberi a grandezza naturale a quote più basse.

C’era un po ‘di nebbia Che nascondeva gran parte del Paesaggio, Quella mattina, ma era Ancora vale la pena GUARDARE.

Tubajon: avventure su una moto sub-standard

Abbiamo lasciato Loreto, cominciato a tornare verso sud attraverso Tubajon l’intenzione di controllare il suo Santuario Bat quando abbiamo ottenuto una gomma a terra in mezzo al nulla. Con non una casa, per non parlare vulcanizzatore in vista, siamo stati estremamente fortunati ad inciampare su un gruppo di minatori che ha trovato il tempo di pausa pranzo per riparare il pneumatico con strumenti di fortuna, aspettandosi nulla in cambio. E per di più, erano così gentile da invitarci a condividere il loro cibo.

Dopo che due ore più pausa, siamo stati in viaggio di nuovo, scegliendo di rinunciare al santuario pipistrello e negoziare la nostra strada giù per le strade rocciose, dita incrociate che la riparazione temporanea terrebbe, quando improvvisamente siamo stati colpiti da alcuni forti piogge.

In questa fase, ci siamo resi conto di come una moto da cross fuoristrada sarebbe stato più adatto di una persona la city bike con gomme lisce che abbiamo assunto per le strade di argilla molto collinari e ora scivolosi. Ma hey, i mendicanti non possono essere selettori e come, in molte occasioni, uno di noi ha dovuto scendere dalla bici mentre l’altro negoziato, però colline eccellente scivolose, abbiamo dovuto ridere e ricordare a noi stessi che è tutto parte dell’avventura .

Il ridere fermato quando la pioggia e le strade andavano così male che abbiamo deciso di trovare una sistemazione e bunker giù per il resto della giornata e durante la notte. Scoprire che la nostra lista di alloggi disponibili è stato aggiornato, è tornato a Libjo per la notte. In questa fase, la catena della moto ha anche deciso di cedere il passo, in modo che il pernottamento è diventata una necessità.

Il giorno successivo, abbiamo ottenuto di nuovo sulla strada di tornare a San Jose per i nostri ultimi giorni su Isole Dinagat. The Laughing ripreso quando abbiamo dovuto comprare questo luminoso impermeabile blu di plastica per bambini per la corsa.

Da qualche parte in Basilisa. Dopo aver investito in un impermeabile di dimensioni bambino e negoziare colline fangose, la pioggia si ferma definitivamente.

San Jose

‘Sapete la strada per San Jose?’ Un’altra strada-side vista in rotta a San Jose.

La nostra terza e ultima volta nella capitale, siamo riusciti ad arrivare a conoscere un po ‘meglio ed ha guadagnato un po’ di affetto per le sue strade collinari, vedute panoramiche e la gente cordiale. I segni della PBMA (Associazione missionaria delle Filippine Benevolent) sono più diffusi qui che altrove sulle isole. Con il santuario e il castello del loro fondatore che domina la vista, la sua difficile da ignorare. Ma nonostante l’aria di mistero che avvolge le strette di mano segrete, anelli con sigillo dei membri e bianchi cerimoniali, sono aperti e felice di parlare delle loro credenze, se siete abbastanza interessati a chiedere.

Il sindaco Danny ci ha portato su alcuni piacevoli passeggiate attraverso la città di notte e ad un paio di buoni ristoranti. Habal-habals sono disponibili anche se e consigliato se si lotta salendo le strade più ripide.

ristorante di Tamsy. A quanto pare, si tratta di ‘Tam’-bok (grasso) e sek-‘sy’ (sexy) combinato. Perchè no?!

Fare amicizia con la gente del posto a San Jose.

Turismo sulle isole

I turisti sono ancora un po ‘di una novità in Dinagat, ma questo sta lentamente cambiando. E anche se la gente del posto può inizialmente essere timido, abbiamo trovato loro di essere gentile e anche desideroso di invitarci a pasti a casa loro.
L’infrastruttura per soddisfare i visitatori è lontano da impostare e in alcune zone del tutto inesistente, che ovviamente si presta Dinagat il fascino che i viaggiatori avventurosi sono in cerca di. Tuttavia, l’ufficio del turismo sta lavorando attivamente sui piani per accogliere più turisti e incoraggiare gli investimenti in un modo ecologicamente equilibrata.

E con abbondanza Isole Dinagat ‘delle destinazioni attraenti, il triathlon ben accolto ha ospitato lo scorso anno, e l’eventuale completamento della sua strada principale, non sarà troppo a lungo prima di questo gioiello è ‘scoperto’.


Se volete scoprire le Filippine e continuare a vere avventure conKapwa Travel, then contattateci oggi. e l’ultimo updateWe sono l’azienda leader giro boutique che offre il 100% tour su misura in Philippines.d gennaio

[Questo articolo è stato originariamente pubblicato su maggio 1, 2014 e ultimo aggiornamento a gennaio 17, 2017.]


[/et_pb_text]
[/et_pb_column]
[/et_pb_row]
[/et_pb_section]
[/et_pb_text]
[/et_pb_column]
[/et_pb_row]
[/et_pb_section]

Got inspired? Then please share! 😀